Memorie anarchiche. Renzo Cavani

Memorie anarchiche. Renzo Cavani Cavani Renzo Modena 30-06-1901 / Modena 21/01/1966 Nel 1919 aderisce al Movimento anarchico e presto ne diventa uomo d’azione . E’ segnalato nello schedario dei sovversivi come pericoloso. Fa parte di un gruppo anarchico che intende rispondere colpo su colpo alla violenza squadrista passando all’offensiva e combattendo, armi in pugno,il... Continua »
settembre 27, 2014 / 0

Né servi né padroni.

Tutto ciò che è immutabile, o che si vuol rendere tale, è contrario alla natura e al suo principio di dinamismo costitutivo. Niente è statico in natura, nemmeno le montagne. Parlare di ‘status’ in natura è un controsenso, imporlo è un crimine. Quando ci accorgiamo che le cose vanno al... Continua »
settembre 27, 2014 / 0

Il padrone ha bisogno di te,non tu di lui!

Il padrone ha bisogno di te,non tu di lui! Persino il famigerato ‘contratto di lavoro’ non ha più alcun senso in quanto tale, o meglio, il suo senso è stato stravolto in favore del sistema. Un contratto dovrebbe infatti essere un accordo su delle condizioni prestabilite e soprattutto discusse e condivise da tutte le parti in causa. Oggi il... Continua »
settembre 21, 2014 / 0

Sotto il vestito la cultura dello sbirro.

Sotto il vestito la cultura dello sbirro. Non è necessario indossare un’uniforme per essere uno sbirro, un servo dello stato, e neanche portare armi addosso come fossero appendici per frustrati autoritari. Direi anzi che gli sbirri con divise e pistole sono meno pericolosi proprio perché riconoscibili in quanto tali. Ma quando tutta la società viene modellata sul... Continua »
settembre 21, 2014 / 2

CONTRO OGNI OMOFOBIA

CONTRO OGNI OMOFOBIA La manifestazione omofoba promossa da un’associazione per la difesa della famiglia tradizionale e sostenuta dalla gerarchia clericale, dalla destra più retriva e dai fascisti rappresenta una provocazione per la nostra città. La cosiddetta famiglia tradizionale è basata su una rigida gerarchia e sulla subalternità della donna, che sopperisce alle esigenze... Continua »
settembre 14, 2014 / 0

Lettera di Marco Camenisch.

Lettera di Marco Camenisch. Lettera di Marco Camenisch dopo la sua evasione dal carcere svizzero di Regensdorf nel 1981.st “Loro vogliono essere i nostri padroni,noi non vogliamo essere né servi né padroni. Per questo ci hanno rinchiusi,per questo che siamo evasi. Per questo che abbiamo rischiato libertà,morte,isolamento totale. Per questo abbiamo ucciso un mercenario.... Continua »
settembre 7, 2014 / 0

Arrestati NO-TAV (Lettera di Lucio dal carcere di Varese)

Arrestati NO-TAV (Lettera di Lucio dal carcere di Varese) Ciao a tutti e tutte Capita che vi stia scrivendo da quel bel buco di ferro e cemento chiamato casa circondariale di Busto Arsizio. Potrei raccontarvi tanti aneddoti per dare un’idea della vita qui, ma preferisco riassumere: come ogni galera è un posto di merda, dove burocrazia arbitraria e menefreghismo... Continua »
settembre 2, 2014 / 0