Abecedario del razzista doc (denominazione di origine caotica).

giornata-mondiale-contro-il-razzismo
Questa è una lista di alcune delle classiche risposte riprese dai vari commenti sul web, dal linguaggio al pensiero comune di molti italioti razzisti, si assomigliano un po tutte,sono quasi sempre le stesse. La lista sarebbe ben più lunga,il razzista italiota è in realtà molto più profondo nelle sue esternazioni razziste, entrare in competizione con lui è impossibile, si avvale della sua ignoranza cercando di trascinarti al suo livello per poi vincere la partita a mani basse per l’esperienza. Ogni tipo di approccio è praticamente inutile,il suo sprezzo per la “diversità” etnica e razziale è talmente radicata in lui tanto da arrivare pure a discriminare se stesso essendo privo di argomentazioni. Purtroppo tutto questo è da attribuirsi al martellamento mediatico che i mass-media fanno subire agli italioti invitando i peggiori rappresentanti delle destre nazionali negli studi televisivi,negli ultimi tempi in particolare pare ci stiano di casa.Riporto una lista di risposte e le affermazioni più usuali e frequenti nel linguaggio comune del razzista mentre si esprime nei confronti di persone di nazionalità e di colore della pelle diverse dalle sua. La lista a dire il vero è molto riduttiva,sarebbe ben più vasta se consideriamo il fatto che queste definizioni sono state estrapolate in soli 2 post ma il livello sub-culturale del razzista DOC con la complicità degli stati e dei governi è soggetto ad aumentare a dismisura.

-Portali a casa tua

-Ci rubano il lavoro
-Diamogli fuoco
-Spacciano
-Violentano le nostre donne
-La casa la danno prima a loro che a un italiano
-Prima gli italiani
-Aiutiamoli a casa loro
-Non si lavano
-Io non sono razzista ma…
-Ha ragione Salvini
-Bisogna diventare extracomunitari anche noi per avere -agevolazioni
-Gli danno 50 euro al giorno
-Sono razze inferiori
-Al mondo ci deve essere chi comanda e chi deve subire

E ancora…

-Portano le malattie
-Viaggiano gratis sui mezzi pubblici
-Non aprono la portiera della macchina alle donne
-Non pagano l’assicurazione
-Vendono le calze e le mutande porta a porta
-I vecchietti li fanno entrare e loro li derubano
-Si attaccano al contatore dei vicini
-Ogni giorno vanno in posta a versare soldi
-Faceva bene Mussolini
-…to be continued…

Precedente Le lune e i marò. Successivo Manifesti antisessisti per una pubblicità regresso.

Lascia un commento

*