La bandiera nera… l’antibandiera.

Magari non ci crederete ma ne ho piene le scatole nel vedere alcuni aspetti e certi comportamenti sui social che poi alla fine rispecchiano quello che è il carattere delle persone e dei loro pensieri,per quanto ognuno cerchi di creare una certa immagine di se dietro un pc, nel tempo il carattere e ipensieri si delineano. Mi riferisco ai vari slogan e alle diverse bandiere che molti utilizzano come immagine del profilo.Un giorno vedo tutti palestinesi, un’altro francesi, poi nigeriani burundiani, e pure marziani,e iper finire adesso “SIAMO TUTTI GRECI.” Ebbene allora,sappiate che per quanto mi riguarda a me delle vostre bandiere non me ne frega un emerito cazzo. LA MIA BANDIERA E’ NERA, nera come la pece,nera come il lutto,nera come la negazione, la mia bandiera in un sol colpo rinnega tutte le altre perchè dietro ognuna di quelle cazzo di bandiere che sventolate e vi sentite orgogliosi portatori si celano le più meschine e atroci nefandezze che glì stati e i governi perpetuano a secoli sulle popolazioni inermi, con i loro eserciti e le loro armi colonizzano,sfruttano affamano e uccidono infondendo il culto della patria e dell’appartenenza,del campanilismo e del territorialismo. Ebbene si,io le schifo tutte quante le vostre bandiere e non venitemi a raccontar balle perchè è così che funziona da 5000 anni e il fatto di vedere ancora questo smisurato senso di appartenenza mi fa capire in maniera chiara che non avete ancora capito un cazzo di come funziona veramente il mondo altrimenti ci pisciereste e sputereste sopra proprio come me. La mia bandiera simboleggia i vari aspetti della vita, la fertilità del suolo, ossia il germogliare della vita,la purezza del pensiero anarchico che non ha un cazzo a che vedere con il vostro, la purezza dell’ideale anarchico ed è il simbolo dell’internazionalismo il quale nega ogni confine tra i popoli a differenza della vostra che propaganda odio a profusione tra i popoli,la mia bandiera è l’antibandiera di ogni nazione e di ogni stato,rappresenta la negazione assoluta,la volontà di non arrendersi mai e di non riconoscere nessun potere superiore all’individuo stesso. Alla luce di quanto espresso da me sopra vi consiglio di farne un bel falò di tutte le vostre care bandiere che rappresentano uno stato nelle quali vi identificate, potete tenerveli stretti quegli stati che si accordano tra loro per decidere delle vite degli sfruttati e degli oppressi e non si fanno alcuno scrupolo nel vestire con degli stracci di stato che voi chiamate divise degli “uomini” indottrinati e addestrati all’uopo per mandarli a macellare i loro simili solo perchè hanno avuto la sfortuna di nascere da un’altra parte o per il diverso colore della pelle.Diversamente, se qualcuno dovesse sentirsi offeso, non me ne può fregare di meno,le vostre bandiere potete tranquillamente ficcarvele nel culo,tanto prima o poi sotto quei colori perireste ugualmente.

Ale10462895_680220798717843_1160406032006224936_n

Precedente Lo stereotipo della donna "puttana". Successivo Scuola statale... allievi oggi... servi domani.

Lascia un commento

*