Il voto referendario indice di buona e vana costituzione.

In questi ultimi tempi non si parla d’altro che di referendum costituzionae,come tutti sapranno il 4 dicembre gli italiani saranno chiamati alle urne per esprimere il loro parere su una costituzione da 70 anni disattesa nella sua interezza a partire dal suo primo articolo 1. La bagarre delle urne si è scatenata anche sui social ed è diventata l’argomento clou del momento creando non poche polemiche. Bene, noi abbiamo un’idea ben precisa al riguardo e pensiamo che in ambedue i casi si riconosce implicitamente uno strumento del potere, inventato dal potere stesso, nonché la sua necessità, e soprattutto la sua efficacia. Cioè, chi vota in questo referendum implicitamente ammette il proprio pensiero in merito alla costituzione che così la crede indispensabile e utile. E’ evidente che la massa dei sudditi, essendo tale, si riduca a questo pensiero, all’illusione perpetua, e a quel paradosso ioneschiano secondo cui gli strumenti del sistema dovrebbero servire a liberarla dal sistema stesso, ma è completamente fuori da ogni creanza, per coloro che si ritengono intelligenti e ‘fuori dal coro’, non vedere che la questione non dovrebbe mai più essere ‘modifica della costituzione sì’ versus ‘modifica della costituzione no’, bensì ‘sistema sì’ versus ‘sistema no’. Ma forse questa gente intelligente attende che il quesito sull’abolizione del sistema venga posto dal sistema stesso, magari attraverso una forma di costituzione, corretta o no, in modo tale che gli oppressori chiedano finalmente agli oppressi se vogliono o meno essere oppressi. Tutto questo, secondo noi, va ben oltre ogni misura di idiozia tollerabile. E sempre secondo noi, questo referendum sta già segnando finalmente, e ci auspichiamo definitivamente, quella separazione chiarificatrice tra gli anarchici e tutti quei sedicenti tali con tanto di bandiere e simbologia appresso che stanno friggendo dalla voglia di dimostrare al mondo quanto in realtà siano solo dei riformisti non in grado di pensare a una società libera dal sistema, e men che meno, evidentemente, a volerla.

Alcune anarchiche e anarchici

 

Foto di: Ministero Della Sommossa

Il voto referendario indice di buona e vana costituzione.

Il voto referendario indice di buona e vana costituzione.

 

2 thoughts on “Il voto referendario indice di buona e vana costituzione.

  1. giuseppegiannini il said:

    Articolo breve e completissimo, un sunto della realtà dei nostri giorni.Non avrei saputo spiegarlo meglio. Grazie per la condivisione.

Lascia un commento

*