Carrara 7-01-2014 Il giorno della vergogna.

Questa mattina alle sei c’é stato lo sgombero dei presidianti dell’assemblea permanente dalla sala di rappresentanza dove,i quali, presidiavano dall’8 novembre in seguito all’ultima alluvione, ordinato dal sindaco per mezzo delle forze dell’ordine, le quali, hanno invitato i presenti ad uscire,questi ultimi senza opporre alcuna resistenza hanno abbandonato i locali in maniera del tutto pacifica. Quello che aleggiava da tempo si è verificato stamani intorno alle sei mentre i presidianti stavano ancora dormendo. Le forze di polizia hanno occupato il comune rallentando l’attività comunale e il comune è tuttora presidiato dalle forze dell’ordine. Quello che è successo stamani è una cosa vergognosa,nel giorno della memoria il sindaco su cui gravano pesanti accuse di negligenza per la malagestione del territorio e indagini della procura per diversi reati unitamente alla sua giunta,ha ben pensato di sgomberare il presidio. Un gesto vile e meschino,un gesto a mio modo di vedere di chi sa perfettamente di avere i giorni contati. L’assemblea permanente non ha certo abbassato la guardia,anzi,si è rafforzata ulteriormente cosciente del fatto che il suo lavoro per la collettività sta dando i suoi frutti,e la prova ne é che ha scatenato questa reazione ingiustificata da parte del sindaco il quale ha voluto rispondere con i mezzi “democratici” di cui dispone per aver visto a repentaglio la sua autorità di primo cittadino. Davvero un gran bell’esempio di quella democrazia di cui spesso si riempie la bocca,complimenti. Ai cittadini riuniti in assemblea permanente va tutta la mia solidarietà.10425420_10155060943630234_6143729023577286137_n

Precedente Cittadini liberi in un luogo libero:la Sala di Rappresentanza Successivo CARRARA 05-02- 2015 TUTTI A CASA

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.