Scoppierà di nuovo il caldo,sospettati gli anarchici.

Scoppierà di nuovo il caldo,sospettati gli anarchici. E’ attesa in questi giorni l’arrivo di una bomba di calore sul litorale Apuano e i sospetti cadono sui soliti anarchici. Lo scorso anno proprio in questo periodo si verificò un fatto analogo per lo scoppio improvviso del caldo ma la procura di Massa-Carrara ancora brancola nel buio nonostante avesse... Continua »
giugno 30, 2014 / 3

“La Psichiatria è una pseudo-scienza fasulla” (T. Szasz)

“La Psichiatria è una pseudo-scienza fasulla” (T. Szasz) “Secondo me la psichiatria è stata costruita apposta per eliminare le persone scomode… By G. Antonucci, primario, del reparto autogestito del manicomio di Imola La psichiatria non ha mai dimostrato l’esistenza delle malattie che afferma di curare. Nonostante ciò ha sperimentato (e continua a sperimentare) su gente abbandonata alle sue... Continua »
giugno 29, 2014 / 0

T.S.O Tortura di stato.

T.S.O Tortura di stato. Questa è la testimonianza terribile di una donna, una delle tantissime vittime degli abusi della psichiatria sui singoli indifesi che vengono quindi usati come cavie per farmaci velenosi e potentissimi. Io stesso ho avuto un’esperienza con questa pratica ma prima, la parola a questa coraggiosa anonima,e che serva d’esempio. Sono... Continua »
giugno 29, 2014 / 0

Psichiatria e tossicodipendenza.

Psichiatria e tossicodipendenza. I modelli teorici e pratici dell’approccio alle tossicodipendenze si integrano e si saldano nei diversi campi della psichiatria. La comunità psichiatrica ha riconosciuto la centralità delle tossicodipendenze e, nella classificazione dei disturbi mentali, la dipendenza, inscritta fra i disturbi da uso di sostanze, richiama ad una specifica competenza neuropsicofarmacologica. DISPONIBILE... Continua »
giugno 29, 2014 / 0

Lentamente muore (ode alla vita)

Lentamente muore (ode alla vita) Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marcia, chi non rischia e cambia colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce. Muore lentamente chi fa della televisione il suo guru.Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero... Continua »
giugno 29, 2014 / 0

La strage di Viareggio.

La strage di Viareggio. Sono trascorsi 5 anni da quel 29 Giugno quando alle 23 e 50 un treno carico di GPL deragliava alla stazione di Viareggio causando la fuoriuscita del gas innescando una fortissima esplosione. Le fiamme causate dalla detonazione coinvolsero case e strade vicine,molte persone rimasero arse vive nel loro letto e... Continua »
giugno 27, 2014 / 0

Sfruttatori e sfruttati.

La società modellata sui canoni del capitalismo, ormai globale a forza di guerre e colonizzazioni, considera ogni cosa e persino ogni vita come una merce da mercato, avente valore pecuniario, mentre il valore umano non è considerato neanche un bene, semmai è un ostacolo, ammesso e non concesso che il... Continua »
giugno 25, 2014 / 0

Favelas brasiliane e amianto.

I Mondiali di calcio con i loro nuovi impianti avveniristici, ma anche le incessanti proteste, espressione di un sofferto disagio sociale, e le degradanti favelas: il Brasile ha più volti e la bolla festosa del mese sportivo più importante dell’anno non deve e non potrà far dimenticare gli altri, oggi... Continua »
giugno 23, 2014 / 0

Il fucile (Ricardo Flores Magòn)

Il fucile (Ricardo Flores Magòn) Io servo due bande: la banda che opprime e quella che libera. Non ho preferenze. Con la stessa rabbia, con la stessa forza, invio la pallottola che toglie la vita al partigiano della libertà o al servo della tirannia. Gli operai mi hanno fabbricato, per uccidere altri operai. Io sono... Continua »
giugno 22, 2014 / 0

Jules Bonnot,la vita,la banda,le rapine.

Jules Bonnot,la vita,la banda,le rapine. Jules Bonnot nasce il 14 ottobre 1876 a Pont-de-Roide (Doubs), in Francia. Figlio d’un rozzo operaio, violento e analfabeta, a soli cinque anni diviene orfano di madre. Sin da ragazzo le asperità della vita lo costringono a conoscere il dolore dell’anima e del fisico: dopo la morte della madre, suo... Continua »
giugno 19, 2014 / 0

Camillo Berneri (abolizione ed estinzione dello stato 1936)

Camillo Berneri (abolizione ed estinzione dello stato 1936) Mentre noi anarchici vogliamo l’abolizione dello stato,medeiante la rivoluzione sociale ed il costituirsi di un ordine nuovo autonomista-federale,i leninisti vogliono la distruzione dello stato borghese, ma vogliono altresì la conquista dello stato da parte del proletariato. Lo stato proletario ci dicono è un semistato , poichè lo stato integrale è... Continua »
giugno 18, 2014 / 0

Dostoevskij e la pena di morte. (Da l’idiota)

Dostoevskij e la pena di morte. (Da l’idiota) Uccidere chi ha ucciso è un delitto incomparabilmente più grande del delitto stesso. L’omicidio, ordinato da una sentenza, è molto più atroce che non l’omicidio del malfattore. Colui che viene assalito dai briganti e sgozzato di notte in un bosco o in qualsiasi altro modo, sino all’ultimo istante spera certamente... Continua »
giugno 17, 2014 / 0

Chè Guevara non era un brav’uomo

Chè Guevara non era un brav’uomo Chè Guevara non era un brav'uomo. Tra il 3 gennaio e il 26 novembre del 1959 sono attribuite a Guevara ben 164 esecuzioni. Vista la metodologia dell’indagine, si tratta di numeri necessariamente approssimati per... Continua »
giugno 16, 2014 / 7

La psichiatria rende liberi?

Di: Collettivo antipsichiatrico Antonine Artaud Oggi l’istituzione psichiatrica continua ad essere uno strumento di esclusione e controllo, ed ha enormemente ampliato il suo bacino d’utenza aumentando di anno in anno il numero delle “malattie mentali” da curare, ossia dei comportamenti “devianti” da uniformare. Tra questi rientra il consumo di sostanze... Continua »
giugno 5, 2014 / 0

Nestor Makhno e la sua lotta agli sfruttatori.

Nestor Makhno e la sua lotta agli sfruttatori. Nestor Makhno nacque il 27 ottobre 1889 a Guliai-Polé, distretto di Alexandrovsk, in Ucraina da contadini poveri. Era alto circa 1,65, aveva numerose ferite in tutto il corpo, colpi di sciabola, di pallottole, una delle quali gli aveva fracassato una caviglia, cosa che lo faceva zoppicare leggermente. All’età di sette... Continua »
giugno 3, 2014 / 1

Gli altarini della patria.

Gli altarini della patria. Il nazionalismo legittima il potere e la violenza dello stato. Per questo motivo,se il sentimento nazionale è percepito come un’identità collettiva da parte di un gran numero di persone, risulta essere sempre nocivo e pericoloso. E’ fonte di indottrinamento,di alienazione,di oscurantismo. Il nazionalismo si coniuga con il patriottismo,cioè con la... Continua »
giugno 2, 2014 / 0